EXPORT PUGLIA, IN CANADA +TRENTA PER CENTO

 

 

 

 

 

 

Riflettori sul Canada negli spazi del Padiglione dell’Internazionalizzazione. La Regione ha voluto dedicare a questo Paese del Nord America l’ultima delle Country Presentation della settimana fieristica.

Nel corso del seminario, attraverso gli interventi dei referenti di tutti gli enti coinvolti, è stato possibile per le imprese pugliesi approfondire le relazioni economiche tra il Canada, l’Italia e la Puglia, con un focus specifico sulle due province canadesi più importanti, Ontario e Quebec.

export-puglia-canada

Il traino dei container dalla Puglia verso il Canada

Con le esportazioni pugliesi verso il Canada, in crescita del 28%, e un interscambio di 300 milioni euro, sono rilevanti le opportunità di sviluppo su questo mercato. Sono state illustrate dall’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Michele Mazzarano: “Una regione moderna come la Puglia vuole costruire un ponte sempre più solido con il Canada”, ha detto.

“Questo grande Paese è già un ottimo partner per la nostra regione sia sotto il profilo dell’internazionalizzazione che dell’attrazione investimenti, ma i margini di sviluppo delle relazioni sono ancora molto ampi considerata la crescita dei consumi privati. E infatti – ha aggiunto – nel 2016 le esportazioni pugliesi verso questo Paese sono cresciute del 28%, un aumento davvero importante, soprattutto se paragonato alla performance nazionale ferma ad una crescita dello 0,7%.

Il processo è reciproco: noi presentiamo alle nostre imprese questo grande mercato, ma allo stesso tempo mostriamo al Canada la Puglia come territorio particolarmente appetibile per la sua modernità, per gli investimenti in innovazione, per la grande apertura internazionale e per la posizione geopolitica nel Mediterraneo, oggi epicentro di nuovi rapporti politici ed economici”.

L’assessore si è poi soffermato sugli investimenti canadesi in Puglia: “Con i Contratti di Programma – ha spiegato –  due gruppi canadesi, Getrag e Transpod Italy,  stanno investendo in Puglia oltre 116 milioni di euro”.

La Puglia esporta in Canada prodotti legati ai settori dell’agroalimentare, dell’aerospazio, della meccanica e meccatronica e dei mobili, ma importa anche moltissimo da questo Paese ed ha nel suo bagaglio di esperienze internazionali, una lunga serie di iniziative di collaborazione, soprattutto nel settore dell’aerospazio.

Durante l’incontro sono state poi approfondite le opportunità di business offerte da Ceta, l’accordo Ue-Canada, che entrerà in vigore il 21.9.2017 e rappresenta uno dei più ambiziosi accordi commerciali su scala globale. Oltre all’abolizione pressoché totale dei dazi doganali, l’accordo prevede misure quali l’apertura degli appalti pubblici alle imprese europee, la protezione di indicazioni geografiche e denominazioni di origine, marchi e brevetti, il mutuo riconoscimento delle qualifiche professionali, la liberalizzazione del commercio nel settore dei servizi.

“A questo proposito – ha puntualizzato Mazzarano – Stiamo chiedendo al governo nazionale un approfondimento che tenga conto del sistema di imprese pugliese e delle tipicità del Made in Italy”.

 

La presentazione del Canada è stata organizzata dalla Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia, con il supporto di Puglia Sviluppo ed in collaborazione con l’Ambasciata Canadese in Italia, la Delegazione del Quebec a Roma, la Camera di Commercio Italiana in Ontario e la Camera di Commercio Italiana in Canada.

All’incontro sono intervenuti, tra gli altri. Jan Scazighino, ministro consigliere economico-commerciale dell’Ambasciata del Canada; Marianna Simeone, delegato del Québec a Roma e i referenti delle Camere di Commercio italo-canadesi.

Si è conclusa così di una giornata densa di appuntamenti durante la quale si sono svolte anche le Contry Presentation di Vietnam, Bielorussia e Azerbaigian.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: