ORTA NOVA, AL VIA LA SETTIMANA DELLA CULTURA AL PALAZZO GESUITICO

 

 

 

 

 

Torna la Settimana della Cultura ad Orta Nova, appuntamento fisso per la cittadina dei Reali Siti, ad animare il Largo antistante il Palazzo Ex Gesuitico. L’evento, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Unione dei Cinque Reali Siti, è organizzato dall’Associazione culturale “L’Ortese” nelle serate tra lunedì 18 settembre a domenica 24 settembre.

la-settimana-della-cultura-annito-di-pietro

L’apertura dei lavori del rag. Annito di Pietro

Si susseguiranno una serie di convegni su temi cruciali per il territorio, oltre a reading di narrativa e di poesie in lingua dialettale, con un unico filo conduttore che intreccia la presenza di tanti artisti e scrittori di origini ortesi che per motivi di varia natura hanno fatto le loro fortune altrove.

La rassegna avrà inizio nel pomeriggio di oggi, con la presentazione affidata al presidente de L’Ortese, Annito Di Pietro, il quale avrà il compito di inauguarare l’allestimento del Palazzo Ex Gesuitico, in preparazione a quello che poi sarà il primo momento convegnistico, intitolato “Le voci della daunia nella lingua dei padri”, con il professor Angelo Capozzi, studioso del territorio. L’evento, presieduto dall’Avis di Orta Nova e moderato dal giornalista Duilio Paiano, si concluderà con lo spettacolo del gruppo garganico “Cala la sera”.

Si proseguirà nella serata di martedì con la presentazione del libro “Son’io, Marina!” a firma di Michele Sisbarra. Presenta l’opera la professoressa Rosanna Spezzati, con la partecipazione della Misericordia di Orta Nova e in particolare del Governatore, Rino Cassotta.

Terzo appuntamento, quello di mercoledì, totalmente dedicato alla poesia e alle opere dialettali, con la presentazione del libro di Rocchina Morgese, “Narro… per poetare”. Presenterà l’opera la professoressa Rina Di Giorgio Cavaliere, durante la serata alla quale prenderanno parte anche i rappresentanti della cooperativa Social Service.

21641048_1464928533598580_3392524336804404438_oIl giovedì ci sarà un vero e proprio amarcord, con il ritorno nella sua terra natìa del dottor Rosario Simone, figlio dello storico dirigente della DC ortese, Giuseppe Simone. Giornalista e al contempo responsabile export per un’industria farmaceutica, attualmente residente a Siena, Simone presenterà il suo “Musafir”, un viaggio nel medio Oriente degli anni ’80 tra tensioni e stravolgimenti politici. Modera Francesco Gasbarro, presenta l’opera Franco Luce, con gli intermezzi musicali del violino di Lorenzo Ciuffreda e la presenza delle Guardie Ambientali d’Italia – Sezione di Orta Nova e dell’Associazione nazionale Carabinieri.

Venerdì verrà dato spazio alla politica con il libro di Antonio Ventura, intitolato “I Reali Siti del Tavoliere”, con l’immancabile approfondimento curato dal professor Alfonso Palombae la presenza della delegazione dell’Associazione nazionale famiglie dei caduti e dispersi in guerra.

Tra gli eventi in programma spicca l’appuntamento di sabato quando si approfondirà il tema delle acque in agricoltura sul territorio della Capitanata.  A questo dibattito, moderato da Filippo Santigliano della Gazzetta del Mezzogiorno, prenderanno parte esperti del settore e rappresentanti del Consorzio di Bonifica.

Nella serata conclusiva, quella di domenica, si svolgerà la cerimonia del premio “Carolina Pugliese” riconosciuto in capo agli ortesi che si sono distinti lontani dalla loro città di origine. Presenta la serata Gianfranco Vallario. Vi sarà uno spazio dedicato alla presentazione della squadra di calcio dell’Atletico Orta Nova, prima di lasciare spazio al concerto conclusivo dei Turbo e degli Athenium.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: