Il Comune di Carapelle assegna la cittadinanza onoraria al col. Francesco D’Amelio: “Un’emozione indescrivibile”

Convocato in seduta straordinaria, il Consiglio Comunale di Carapelle lunedì prossimo alle ore 18.30 si riunirà per conferire la cittadinanza onoraria al colonnello dell’Arma in pensione dott. Francesco D’Amelio, nato nel piccolo centro dei Reali Siti ma residente a Tortoreto (Teramo).

“Da Ufficiale dell’Arma”, si legge nella motivazione di cui alla delibera di Giunta n. 67 del 21 ottobre, “nei circa nove anni al comando della Compagnia Carabinieri di Giulianova, e negli anni dal 2005 al 2008 del Gruppo Carabinieri di Teramo, ha fornito costanti ed innumerevoli prove di possedere non comuni doti di Ufficiale al servizio dello Stato, incarnando il perfetto stile militare non disgiunto da altissimo senso del dovere, donde la stima, la considerazione e l’affetto di autorità e cittadini, dai quali lo stesso ha ricevuto e riceve attestazioni di gratitudine. E ciò anche in considerazione del fatto che il prefato Dott. D’Amelio, socio dell’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) di Giulianova già all’indomani del congedo, e quindi coordinatore provinciale di quel sodalizio, di recente è stato eletto dalle 54 sezioni ANC dell’Abruzzo, con scelta significativa, Ispettore dell’Associazione, assodando pertanto i tratti del Suo impegno diuturno nel solco del più generoso e disinteressato volontarismo, con riverberi positivi nei confronti del territorio”.

d'amelio francesco

Nella foto tratta da emmelle.it, a destra il col. D’Amelio riceve la cittadinanza onoraria dal sindaco di Giulianova

“E’ appena il caso di aggiungere” è poi spiegato sempre nella delibera “che non v’è convegno, seminario o incontro formativo sulla sicurezza con gli anziani che non veda la presenza fattiva del Dott. D’Amelio, da sempre aduso all’impegno nei confronti del segmento socialmente più vulnerabile della popolazione con azioni che spaziano dall’assistenza e beneficenza al volontariato, alla protezione civile e, finanche, alla donazione a strutture ospedaliere pubbliche di sofisticate apparecchiature sanitarie. L’attivismo del Dott. D’Amelio, sempre e comunque informato ai principi della solidarietà e in ossequio alla tutela del bene comune, ha fruttificato una tale estimazione sociale, da rendere, non solo opportuno ma doveroso, il conferimento, al prefato D’Amelio Francesco, della Cittadinanza Onoraria di questo Comune”.

D’Amelio, nato nel 1948, appena informato della notizia, si è mostrato “sorpreso e molto emozionato: è doveroso il mio più sentito ringraziamento a tutti gli amministratori comunali che hanno deciso di assegnato questa onorificenza, che mi rende orgoglioso e fiero di essere nato a Carapelle”.

Nipote di un carabinieri ucciso a Brescia all’età di 23 anni, da cui ha ereditato il nome e il cognome, finiti gli studi obbligatori, D’Amelio non poteva quindi resistere dalla tentazione di servire la Patria in forza alla Beneamata. “Appena ne avevo la possibilità, tornavo a Carapelle perché sono rimasto legatissimo alle vicende del paese: ho ancora tanti amici e parenti a cui voglio un gran bene, nonostante la distanza”.

Per lui la cittadinanza onoraria non rappresenta un fatto inedito: a febbraio scorso, infatti, ricevette lo stesso riconoscimento a Giulianova, comune dove ha lavorato per nove anni.

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

Commenta questa notizia on "Il Comune di Carapelle assegna la cittadinanza onoraria al col. Francesco D’Amelio: “Un’emozione indescrivibile”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: