La lezione di Ordona: “Gli scavi sono un patrimonio da valorizzare e da difendere!”

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ riduttivo definire una semplice manifestazione culturale quanto accaduto ieri all’interno della zona archeologica di Herdonia.

20herdonia12.10.14Innanzitutto perché così tanta gente (proveniente dai centri limitrofi ma anche da Ordona stessa) non si vedeva da anni, quando però a richiamare l’attenzione di centinaia di curiosi fu l’attore Michele Placido con le suggestive sue pièce teatrali: sembrava l’inizio del definitivo rilancio, ma è solo aumentata la delusione.

L’impressione che si è avuta varcando il cancello della Tenuta Cacciaguerra è stata speciale, di una terra di cui i cittadini di Ordona vogliono fortissimamente riappropriarsi, stanchi delle promesse “dall’alto” di lavori mai iniziati (ci sarebbe da scavare per 150 anni per far emergere tutti i reperti), di concerti, spettacoli, convegni solo in parte accennati, di itinerari turistici solo da propaganda elettorale, di un museo archeologico ancora in attesa di vedere la sua realizzazione.

Ieri gli ordonesi, dalle piccole simpaticissime guide di alunni della Scuole Media fino ai volontari del Movimento Cittadini di Ordona, hanno mandato un forte segnale: consapevoli di avere tra le mani un patrimonio artistico tra i più importanti del Meridione ma che latita di informazioni e per anni è stato depredato da vandali e tombaroli, in tanti hanno dimostrato di voler urlare la propria voce, proprio come fecero in occasione dell’operazione Black Land. Ed è stato particolarmente emozionante osservare tante famiglie attraversare a piedi la strada statale che separa il centro abitato dalla zona degli scavi per rispondere all’appello.

Adesso la palla passa nuovamente alle istituzioni, a chi per ruolo e senso di responsabilità dovrebbe ascoltare il grido di dolore e far sì che Herdonia finalmente entri di diritto nell’élite dei centri italiani dove la parola “storia” trova il suo giusto riconoscimento.

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

Commenta questa notizia on "La lezione di Ordona: “Gli scavi sono un patrimonio da valorizzare e da difendere!”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: