Orta Nova, l’Amministrazione comunale risponde al PD sul caso La Palata: “Ecco le responsabilità dell’ex sindaco Calvio”

La risposta della sede ortese del Pd sul caso La Palata è il classico vomitare di consonanti e vocali alegiando frasi senza senso: “E’ stata la Giunta Calvio…….la Giunta Calvio ha lasciato in eredità……” affossando la realtà del vissuto ai danni dei cittadini di Orta Nova. L’attuale amministrazione Comunale è a totale conoscenza che la notifica dell’ordinanza del TAR è avvenuta quando la Calvio non era più Sindaco. Ma il disappunto della Giunta Tarantino è diretta ad evidenziare, come ampiamente asserito dal Sindaco e dall’Assessore, l’inutile instaurazione di un giudizio, determinato dalla carenza degli interventi posti in essere dalla giunta Calvio, la quale ha volutamente omesso di attivare specifici interventi di bonifica dei terreni occupati abusivamente, limitandosi a quelle di mero sgombero della popolazione nomade.

Perdipiu’ la Giunta Calvio cosa ha fatto? Con nota prot. 266559 del 27.09.2013 ha preteso dal proprietario del predetto fondo (oltre al danno la beffa come se fosse stato quest’ultimo l’effettivo responsabile dell’insediamento dei nomadi) di procedere alla bonifica del terreno e ad usare tutti gli accorgimenti necessari ad evitare un nuovo accampamento abusivo….Siamo nel pieno dell’assurdo.

“La disposizione veniva, a dir poco, con ragione impugnata dal proprietario del fondo dinanzi al competente Giudice amministrativo, con i relativi onerosi esborsi per tale tipo di attività giudiziale intrapresa (è questo lo sa bene la ex Sindaco)”, evidenzia l’assessore Antonio Attino, “Allo stesso modo il ricorrente, quale vittima indiscussa di tale occupazione abusiva, chiedeva all’organo giudicante, che ad essere obbligato alla rimozione e allo smaltimento dei rifiuti sulla predetta area, fosse, al contrario, lo stesso ente amministrativo che ne ha dato causa con il suo comportamento omissivo e indifferente al protrarsi di tale evento.”

Per onor di cronaca il Tar riunito in camera di consiglio del 15.01.2014 con ordinanza n.28/2014 accoglieva le richieste della ricorrente, atteso, altresì, la mancanza dei requisiti di cui all’art 192 del D. Lgs 152 del 3.04. 2006, il cui disposto normativi prevede che il proprietario sia obbligato alla bonifica del suolo SOLO SE È RESPONSABILE, QUANTO MENO A TITOLO DI COLPA DELL’ABBANDONO DEI RIFIUTI e, per tali motivi, condannava il comune di Orta Nova all’attività di bonifica e smaltimento rifiuti Alla luce di quanto sopra alcun esimente puó essere attribuito in favore della giunta Calvio, quale unico soggetto responsabile della questione legata allo sgombero del campo nomadi in contrada La Palata. La stessa amministrazione, infatti, ben sapeva dell’insediamento dei rom sul predetto terreno e, allo stesso modo, sapeva della totale estraneità del proprietario in relazione al proliferare dell’accampamento rom sul luogo di cui sopra.

E’ altrettanto vero che alcuna responsabilità può attribuirsi a carico dell’amministrazione Tatantino la quale, (apprese tardivamente la sent. del TAR, e solo in data 14.01.2015, data della notifica dell’atto diffida stragiudiziale a firma dell’Avv. De Vitto) non poteva assolutamente rimediare ai danni ambientali conseguiti dall’asserita mala gestione dei precedenti amministratori, atteso, altresì, il lungo lasso di tempo intercorso dallo sgombero del campo nomadi all’effettivo insediamento della nuova amministrazione, nel mese di Giugno 2014. E’ bene precisare che l’avv. Rutigliano, difensore dell’Ente, in data 21.01.2014 informava il Commissario Prefettizio e circa la convenienza ad ottemperare a detta Ordinanza nel caso in cui il costo da sostenere per la rimozione dei rifiuti presenti sul fondo fosse stato modesto, di tutta risposta il Commissario non ha posto in essere alcuna azione né tantomeno ha impugnato l’Ordinanza, e intanto i rifiuti si moltiplicavano.

Lo stesso Avv. De Vitto, quale difensore di fiducia del proprietario del terreno, nel corso del giudizio ha palesato le responsabilità dell’amministrazione Calvio e la relativa sua incapacità a determinare gli opportuni interventi volti allo sgombero del campo nomadi che, come confermato dalla sentenza del TAR, andava effettuata con la contestuale attività di bonifica e smaltimento rifiuti a favore dell’intera area interessata, al fine di scongiurare la situazione di tali fatti, che oggi l’amministrazione Tarantino è costretta a subire. Infatti per tali adempimenti si è dovuto prima reperire le idonee risorse, quantificato dal settore tecnico, di notevole importo , al fine di assicurare la bonifica dei terreni in oggetto.

Oggi possiamo solo dire che il bilancio di previsione del Comune di Orta Nova sarà sicuramente depauperato di somme che potevano essere destinati a favore di interventi per la crescita della nostra comunità …………E meno male che la Giunta Calvio ha sventolato ai quattro venti la tanto acclamata “Giustizia e Legalità” lasciando in eredità i danni subiti dalla contrada Palata e questo è solo l’inizio……..

Comunicato Stampa Ufficio del Gabinetto Sindaco Orta Nova

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

Commenta questa notizia on "Orta Nova, l’Amministrazione comunale risponde al PD sul caso La Palata: “Ecco le responsabilità dell’ex sindaco Calvio”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: