Politica ortese, che bordate di Vece a Moscarella: “Un Bruto che ha tradito la fiducia dei consiglieri: via le delega!”

Non usa giri di parole Antonio Vece nei confronti di Peppino Moscarella, presidente del Consiglio Comunale di Orta Nova.

“La tua astensione è stata una vigliaccata” esordisce nel comizio in Piazza Nenni, in riferimento al suo non voto in merito al rinnovo della convenzione con Inergia per la realizzazione di un parco eolico in Contrada La Ficora.

“Il 28 marzo 2007, da sindaco, Moscarella stipulò un accordo in tutta fretta, con una gara inventata perché non esisteva una direttiva specifica per individuare le società installatrici: a vincere fu Inergia, impresa con due grossi sponsor molto vicini a Moscarella”, spiega davanti a un pubblico silenzioso.

Il consigliere eletto in quota Udc in 37 minuti racconta i fatti che hanno caratterizzato le  recenti scelte economiche e ambientali a Palazzo di Città.

“Il contratto prevede il versamento di acconti, quali somme dovute, per complessivamente 227.000 euro, nel frattempo però cambia l’amministrazione e la Calvio, anche stavolta in tempi record, sigla una nuova convenzione con Eurowind, che ho cercato invano di capire: ad oggi infatti non ci ha dato un euro e proveremo a far loro causa”.

Leit motif delle due convenzioni risulta quindi essere la “tempestività, perché la necessità prioritaria delle due aziende era avere un pezzo di carta per incassare i milioni di euro di finanziamenti” tuona ancora Vece, che dedica l’ultima parte del suo intervento al presidente del Consiglio.

“Durante la riunione di pre-consiglio per discutere sul rinnovo della convenzione, avevo chiesto a Moscarella come mai nel 2011, nei tre mesi restanti fino alla scadenza del mandato, non aveva provveduto a rivederla per adeguarsi così al regolamento regionale, ma si è limitato a dire che non aveva avuto tempo!”.

Infine gli attacchi più forti: “Ti ho conosciuto nel 1994 e sei un soggetto viscido: quando devi assumerti le tue responsabilità, sei il primo a fare il passo indietro. Sai bene che non hai votato la convenzione perchè ha una falla e lo sa bene anche la dott.ssa Di Meo, che non ha espresso il proprio parere, ma andava approvata perchè si sarebbe corso il rischio di perdere i soldi percepiti in acconto (prima che la società ricevesse l’Autorizzazione Unica dalla Regione Puglia”.

Una scelta politica ritenuta grave, in quanto “hai tradito anche i tuoi amici consiglieri di Forza Italia, svergognandoli: è la prima volta che vedo un gruppo politico esprimere due voti distinti. Se fossi il responsabile provinciale di partito, ti avrei preso a calci!!”.

Il comizio è chiuso con l’invito a consiglieri di Maggioranza e Dino Tarantino (“lungi da me mandarlo a casa in anticipo”) ad “avere il coraggio di tagliare il cordone ombelicale con Moscarella, un vampiro della politica che non vuole bene a questa città. Dobbiamo revocargli la delega perchè non potrò mai e poi mai vedere qualcuno usare questa Maggioranza come carne da macello per i propri interessi: io sarò in piazza a denunciare qualsiasi malefatta”

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

1 Comment on "Politica ortese, che bordate di Vece a Moscarella: “Un Bruto che ha tradito la fiducia dei consiglieri: via le delega!”"

  1. antonio staffiero | 10 gennaio 2015 at 9:37 |

    Il concetto di “tradimento” non appartiene alla politica, ma ad altre organizzazioni(familiari).Il duce di orta nova(ventennio ortese con la complicità del Vece) saprà rispondere facilmente alle critiche avanzate! Non è stata detta tutta la verità politico-amministrativa.Mi fermo qui perchè il comizio merita un’esame ed una critica sociologico-culturale più argomentata che dimostrerebbe l’insufficienza della proposta del consigliere Vece. Non è motivata , infatti, la destituzione del Moscarella, dalla presidenza del consiglio comunale (che gli garantisce circa 700 euro mensili), per il fatto di aver tradito la maggioranza, anche perchè le 700 euro sono pagate da tutti i cittadini ortesi. CI VUOLE UNA RINASCITA O RIVOLUZIONE CULTURALE PRE-POLITICA. COSA per cui vorremmo impegnarci ALCUNI DI NOI per il futuro. NON SOLO PER il futuro politico-sociale di ORTA NOVA , MA PER TUTTO IL MEZZOGIORNO.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: