Preghiera, intrattenimento e solidarietà: che successo per “Preferisco il Paradiso”!

Foto di Domenico Francone

Foto di Domenico Francone

Si è conclusa ieri sera l’entusiasmante tre giorni di eventi religiosi e di intrattenimento intitolata “Preferisco il Paradiso” e dedicata alla ricorrenza di Tutti i Santi e alla Commemorazione dei Defunti.

Si tratta di una festa che, giunta alla sua decima edizione, coinvolge centinaia di persone della parrocchia B.V.M. Addolorata tra settore catechistico, Azione Cattolica Ragazzi e Caritas, impegnati con grande generosità assieme a don Giacomo Cirulli e al suo vice don Silvio Pellegrino, nel cercare di vivere intensamente, nel segno della solidarietà e mantenendo salde le tradizioni culturali del nostro territorio, due importanti celebrazioni dell’anno liturgico.

E così, Corso Aldo Moro e Largo Gesuitico sono stati letteralmente presi d’assalto da un migliaio di persone, tra cui molti provenienti dai paesi limitrofi, diventando rapidamente luoghi di gioia e condivisione in cui ciascuno si è sentito protagonista di una manifestazione entrata di diritto tra le più apprezzate nei cittadini ortesi.

Momenti di preghiera (come l’affascinante messa notturna al Cimitero), spettacoli teatrali e musicali di meditazione, stand eno-gastronomici in cui degustare leccornie tipiche come “cicc cutt”, caldarroste, pizze fritte, dolci fatti in casa e panini, attività per i più piccoli (laboratori artistici, giochi, danze e canti), una calza gigante penzolante dal campanile e aperta, con tanto di spettacolo pirotecnico, per ricordarne come vuole la tradizione il regalo fatto dai nostri cari defunti, mostra di santini donati da devoti ed esposizione di statue all’interno della Chiesa (tra cui una inedita e splendida raffigurazione di San Giuseppe Moscati) sono stati gli ingredienti principali di “Preferisco il Paradiso”.

Il tutto finalizzato a raccogliere fondi per opere di carità destinate a Mensa e Caritas Parrocchiale, magari superando la cifra record di 12.000 euro raggiunta un anno fa.

“Questa manifestazione vuole unire tutti i cittadini ortesi nel celebrare queste ricorrenze con fede e devozione”, dice don Giacomo Cirulli: “il significato è trasmettere a ciascuno di noi gli insegnamenti di santi e nostri cari defunti, per vivere secondo l’insegnamento di fratellanza e amore misericordioso di Gesù Cristo”. Magari provando a far dimenticare la festa pagana di Halloween, “omaggio a Satana e alle sue maledizioni”.

Notevole è stato l’altruismo, non solo dei parrocchiani, ma anche di alcune attività commerciali (che hanno messo a disposizione i loro prodotti) nonché delle associazioni di volontariato e delle Forze dell’Ordine nel garantire l’ordine pubblico e la sicurezza. Un ringraziamento è stato rivolto anche all’Amministrazione Comunale per il fattivo contributo economico e organizzativo, unito a un sogno di don Giacomo: “Mi piacerebbe venisse realizzata una chiesa più grande nel Cimitero: i fedeli che vengono a messa ogni settimana sono tanti e la cappella centrale, così ben sistemata e curata grazie alle offerte dei fedeli, inizia a essere strettina”.

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

Commenta questa notizia on "Preghiera, intrattenimento e solidarietà: che successo per “Preferisco il Paradiso”!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: