Scandalo TARSU. La Guardia di Finanza indaga e l’Amministrazione Tarantino continua a non rispondere

Lo scandalo TARSU è, finalmente, giunto anche all’attenzione della magistratura, il cui intervento è stato sollecitato ed auspicato dal Partito Democratico con l’obiettivo di ripristinare la legalità dell’azione amministrativa e la dignità dell’istituzione municipale.
Agenti della Guardia di Finanza hanno ‘visitato’ l’Ufficio Tributi per iniziare a dipanare la matassa dei riversamenti effettuati e non.
Magari sarà possibile, finalmente, ottenere le risposte inutilmente attese dall’Amministrazione comunale, nonostante siano contenute nella relazione del dirigente dell’Ufficio Tributi del Comune di Orta Nova consegnata agli atti del Consiglio Comunale del 19 novembre.
partito democraticoDomanda 1) I soldi della TARSU 2011 versati dai cittadini sono arrivati o no nelle casse comunali? Se sì, sono arrivati nei termini di legge?
Risposta: non tutti i soldi della TARSU 2011 versati dai cittadini sono arrivati nelle casse comunali e non tutti per tempo. Diversi trasferimenti sono stati effettuati con svariati mesi di ritardo (in alcuni casi 18 mesi dopo l’incasso).
Domanda 2) Ci sono gestori di poste private che hanno commesso atti di dubbia liceità e legittimità? Se sì, queste persone rivestono incarichi istituzionali?
Risposta: la ditta Posta Express, in alcuni casi, non ha riversato; in altri, ha riversato tardivamente nelle casse comunali soldi pagati dai contribuenti per la TARSU 2011; quindi, ha trattenuto irregolarmente danaro del Comune di Orta Nova. Il titolare della Poste Express è Chiaffredo Ballatore, consigliere comunale di Orta Nova eletto nella lista Tarantino Sindaco.
Domanda 3) Cosa intende fare l’Amministrazione comunale oltre le solite operazioni di distrazione di massa?
Risposta: durante il Consiglio comunale del 19, il sindaco Tarantino, l’assessore Maffione e qualche altro solerte consigliere hanno detto che l’Amministrazione avrebbe già provveduto a sporgere regolare denuncia al Comando dei Carabinieri, alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti e alla Prefettura. Nulla di tutto ciò! L’unica comunicazione che il sindaco ha fatto alle autorità giudiziarie è una vaga “informativa”, non una denuncia, il 22 settembre per annunciare che si stava procedendo ad un controllo a causa di una “notevole risonanza politica” e che “qualora dalla medesima siano riscontrate irregolarità sarà immediato l’inoltro della doverosa denuncia”.
Ora rivolgiamo altre due domande facili, facili al sindaco, all’assessore Maffione, ai solerti consiglieri (super esperti di diritto amministrativo, di pubblica amministrazione, di diritto civile, di procedura civile, di diritto tributario, di procedura civile), ai blogger locali e a tutti gli ortesi.
Domanda 1) Vista la relazione degli uffici, sono state riscontrate o no “irregolarità”? Riscuotere quattrini della comunità e riversali nelle casse comunali mesi e mesi dopo o non riversali affatto è regolare o è “irregolare”?
Domanda 2) Quando avverrà “l’immediato inoltro della doverosa denuncia”?
Attendiamo anche queste risposte
Orta Nova, 9 dicembre 2014
Comunicato Stampa Pd Orta Nova

About the Author

Redazione
Periodico d'informazione e cultura del basso tavoliere #5realisiti #Carapelle #OrtaNova #Ordona #Stornara #Stornarella

Commenta questa notizia on "Scandalo TARSU. La Guardia di Finanza indaga e l’Amministrazione Tarantino continua a non rispondere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: